Registrati gratuitamente | Dati dimenticati? |  Accedi
carrello
0
Lierac offerta sconto 35%
Articoli
La Dieta Tisanoreica 2
Le novità della Tisanoreica 2.0
Il metodo Tisanoreica è un protocollo per la riduzione ponderale di peso che si basa sull’attivazione di una via metabolica definita chetosi. La durata del protocollo varia da un minimo di 20 giorni (protocollo base) ad un massimo di 40 giorni (protocollo urto). Il protocollo viene intrapreso sotto controllo del proprio medico di fiducia mediante l’emissione da parte dello stesso di un semplice “Certificato di idoneità alla Dieta Tisanoreica” o da parte del Centro Studi Tisanoreica.

Rispetto al precedente metodo Tisanoreica, la nuova Dieta Tisanoreica 2 presenta delle importanti novità:
Assenza di glutine. La celiachia e le allergie al glutine sono in costante aumento (negli utlimi 10 anni le diagnosi sono raddoppiate); l'aumento riguarda principalmente gli adulti/anziani. L'assenza di glutine rende possibile l'utilizzo di questa linea di prodotti anche a questa categoria di persone.
Introduzione di 3 nuove piante:
Griffonia, per il controllo del senso di fame. I semi di griffonia contengono 5-HTP, un metabolita intermedio tra triptofano e serotonina. La serotonina è un neurotrasmettitore che regola numerose funzioni fisiologiche tra cui umore, ritmo sonno-veglia, controllo dell' impulsività, del sonno, dell'appetito, delle funzioni sessuali e dell'aggressività.
il 5-HTP sembrerebbe anche aumentare i livelli sierici di leptina, una proteina che agisce a diversi livelli sul controllo del peso corporeo.
Lespedeza, per il drenaggio dei liquidi corporei e delle funzioni depurative dell'organismo. Queste due azioni sono deputate alla presenza di flavonoidi presenti nella pianta. La sperimentazione clinica ha dimostrato che la pianta può essere utilizzata in pazienti con lieve iperazotemia.
- Frangula, per la regolarità del transito intestinale. La corteccia di questa pianta contiene una famiglia di glicosidi idrossiantracenici, che di per sè sono inattivi ma grazie all'azione della flora batterica del colon vengono metabolizzati e resi biodisponibili. una volta attivi, il meccanismo d'azione è duplice: il primo è l'effetto sulla motilità dell'intestino crasso con accelerazione del transito e il secondo una riduzione dell'assorbimento dei liquidi e di elettroliti da parte del colon, con un aumento del volume netto di secrezioni fluide.
SOD (Super-Ossido-Dismutasi) Melon, è un enzima, estratto dal melone, con azione antiossidante e di contrasto degli inestetismi della cellulite. E' ampiamente dimostrato in letteratura medica come lo stress ossidativo sia concausa della maggior parte delle malattie cronico-degenerative, sia metaboliche che neurologiche.
meno carboidrati (-20%), rispetto alle pietanze del precedente metodo Tisanoreica.
Questo aspetto è fondamentale perchè un basso carico glucidico permette l'entrata in chetosi ad un numero maggiore di persone.
più proteine (+10%), rispetto alle pietanze del precedente metodo Tisanoreica.
L'aumento proteico, pur restando nei limiti di una dieta normoproteica, aumenta la sazietà in chi necessità di una riduzione ponderale, e aiuta il raggiungimento del carico proteico necessario per l'anabolismo (Atleti).


METODOLOGIA:
Le pietanze Tisanoreica (PAT: Porzione Alimentare Tisanoireca), sono costituite da proteine integrate dall’Attivatore Tisanoreica: un mix di otto piante (Papaia, Ananas, Malva, Anice Stellato, Finocchio, Carciofo, Tarassaco, Senna) le cui proprietà sono: promozione dell’attività proteolitica e aumento della disponibilità dei nutrienti; stimolazione delle secrezioni digestive ed epatiche e miglioramento della peristalsi intestinale.
Il primo punto è di fondamentale importanza giacché permette di realizzare una dieta normoproteica la cui pronta disponibilità di aminoacidi chetogenici e neoglucogenetici riduce l’impegno richiesto al fegato per il mantenimento delle due vie metaboliche.
Le pietanze Tisanoreica, inoltre, imitano i sapori dei nostri cibi quotidiani esclusi dalla classica dieta chetogenica e ciò permette di appagare il gusto ed evitare la monotonia.
Le pietanze Tisanoreica sono disponibili in gusti dolci e salati (cioccolato, zuppe, etc).
Gli estratti decottopirici sono ottenuti con il metodo della Decottopia, una antica tecnica di estrazione che utilizza solo acqua a diverse temperature, così da estrarre il principio attivo della pianta senza impiegare né alcool, né conservanti.
In ogni estratto sono presenti minimo 10 piante.
Gli estratti funzionali previsti dal protocollo sono solitamente quattro (depurativo, ormoregolatore, diuretico e tonico) tuttavia la valutazione medica, di volta in volta, determina il tipo di estratto e il dosaggio più consono alla persona.
In dieta Tisanoreica è necessario assumere i depurativi Mech.
Una volta terminata la dieta Tisanoreica per il mantenimento del peso raggiunto esistono 2 percorsi alimentari:
Menù TisanoreicaVita: sono menù che prevedono l’uso di pietanza della linea TisanoreicaVita, prescritti dal medico quando è necessaria una ulteriore riduzione ponderale lenta ma costante, magari tra un protocollo Tisanoreica ed il successivo o in caso di notevoli dimagrimenti. A volte, i protocolli TisanoreicaVita sono prescritti in alternativa alla dieta Tisanoreica a causa di patologie in atto.
Menù Post-Tisanoreica: sono schemi alimentari ipocalorici bilanciati, necessari per mantenere il peso raggiunto e conservare il risultato. Prevedono l’utilizzo di pietanze Tisanoreica (se il cliente lo desidera), mentre è parte fondamentale del menù l’utilizzo degli estratti decottopirici.

La dieta va eseguita in modo preciso.
Nella prima fase, quella intensiva, si porta l'organismo in chetosi (fenomeno che si attiva dopo 2 o 3 giorni dall'inizio della dieta, e porta a bruciare la massa grassa), per ottenere questa condizione va eseguito scrupolosamente un preciso piano alimentare:
Colazione: prima PAT (Porzione Alimentare Tisanoireca) della giornata, costituita da 1 cappuccino tisanoreica o bevanda al cacao, o thè o caffè Tisanoreica o una PAT salata se non si è abituati a fare colazione con prodotti dolci.
Pranzo: 1 PAT Salato o dolce (es: un'omelette o un frappè), e un'insalata o verdure (può essere abbinato anche un uovo o del tonno fresco grigliato, ma nessun altro alimento oltre questi due e le verdure).
Spuntino: 1 PAT dolce o salato (es: una crema o una mousse al coccolato).
Cena: 1 PAT (es: una zuppa) una bistecca o del pesce, insalata o verdure (al posto della bistecca può essere abbinato prosciutto crudo o bresaola, il prosciutto cotto no, perchè contiene lattosio).
In questa fase è FONDAMENTALE non bere alcolici, non mangiare pane, pasta, dolci, caramelle, con o senza zucchero, perchè anche quelle senza zucchero classico contengono dolcificanti che fanno uscire l'organismo dalla chetosi, la piacevole condizione che permette di dimagrire senza sentire la fame (la liquirizia pura, se non ci sono problemi di ipertensione, può essere assunta in piccole quantità). Per questo tutto ciò che contiene lattosio non può essere assunto e in generale non va aggiunto nulla che non sia espressamente indicato nelle istruzioni sopra riportate.
Le PAT sono intercambiabili, possono essere sostituite a piacimento, basta che, nella fase intensiva, se ne assumano 4 al giorno, mentre nella fase di mantenimento diventano 2 al giorno; mai una di più o una di meno.
Nella fase intensiva non può essere assunta frutta, perchè contiene zuccheri, perciò è necessaria l'assunzione di una elevata quantità di verdure, per mantenere alto il livello di fibre nell'intestino.
Una volta finita la fase intensiva, che puó durare dai 3 ai 20 giorni, a seconda del tipo di dieta che si decide di intraprendere, si passa alla dieta di mantenimento.
In questa fase si possono man mano aggiungere i carboidrati e solo due PAT al giorno, per un numero di giorni uguale a quello della fase intensiva (es: 3 giorni intensivi + 3 giorni di mantenimento; 6+6, 12+12...) e la dieta sarà di questo tipo:
Colazione: uno yogurt ed 1 PAT.
Pranzo: 40 g di pasta integrale, una fettina di carne o pesce, verdure o insalata.
Spuntino: 1 PAT.
Cena: minestrone (senza pasta o riso), carne o pesce, verdure o insalata.
Terminata anche la fase di mantenimento è bene reinserire gradualmente la frutta, mangiandola però prima dei pasti, per evitare combinazioni che possano dare fermentazione intestinale.
Durante tutta la dieta vanno assunti i depurativi: solitamente si abbinano il Depurativo Antartico e il Diur Mech, 15 ml del primo + 15 ml del secondo diluiti in 1,5 litri di acqua naturale, da bere durante la giornata.
In generale assumere depurativi, anche fuori dal regime alimentare dietetico stretto, fa particolarmente bene all'organismo.
Il concetto su cui si basa la filosofia Tisanoreica è portare l'individuo a scoprire un nuovo modo di vivere e di alimentarsi, che gli permetta di vivere in salute e benessere.
Aggiungere ad una busta 250 ml di acqua e mescolare fino al completo scioglimento. Consumare rapidamente dopo la preparazione. 

SCOPRI I PRODOTTI TISANOREICA 2 IN OFFERTA, CLICCA QUI 



Trasporto gratuito
Prova il corriere gratis per ordini di
soli 49 €. Spediamo la merce disponibile
in 1-2 giorni lavorativi.
Chiamaci: 011/9063198
da lunedì a venerdì: 9:30-12:30 e 15:00-19:00
Chiedi un consiglio
Poni le tue domande direttamente on line
al farmacista. Inizia adesso.